fbpx

Anche tu spendi almeno 2.500 euro all’anno per riscaldare la tua casa?

2059075 - Caldaia gasolioIn questi anni mi è capitato di vivere mille volte (vabbé, si fa per dire!) una certa situazione.

Ho incontrato tante famiglie che spendono almeno 2.500 euro all’anno per riscaldare casa e produrre l’acqua calda sanitaria.

E, ripensandoci a posteriori, tutte hanno in comune alcune caratteristiche:

– Nella loro centrale termica si trova, come una Regina nella più bella Sala dei Ricevimenti, una caldaia a gasolio come quella in foto, con almeno una trentina d’anni di “onorata” carriera.

– Se chi ne cura la manutenzione è un impiantista preparato, funziona abbastanza regolarmente.

– I suoi proprietari vivono uno strano sentimento: come vittime della Sindrome di Stoccolma sono innamorati del proprio carnefice!

Come ci racconterà Matteo nel video qui sotto, dobbiamo farci un paio di confessioni.

Continua a leggere…Anche tu spendi almeno 2.500 euro all’anno per riscaldare la tua casa?

Una caldaia a condensazione per vivere la tua casa come vorresti?

termosifone

I problemi con la vecchia caldaia, sono diventati per Beniamino e la sua famiglia l’occasione per vivere la casa in modo nuovo. Completo.

Infatti i costi di utilizzo gli impedivano in casa il benessere durante tutta la giornata e, come tanti oggi in Italia, dovevano adattarsi ad accendere l’impianto di riscaldamento per pochissime ore al giorno.

E nelle altre? Beniamino non ce l’ha raccontato, ma credo che la soluzione può solo essere qualche maglione in più!

L’installazione della nuova caldaia a condensazione è durata meno di una giornata e da quel momento in poi la casa è tornata ad essere il loro nido accogliente.

Ma… non voglio dilungarmi oltre: leggi la sua testimonianza e a dopo!

Continua a leggere…Una caldaia a condensazione per vivere la tua casa come vorresti?

Se riscaldi casa con i termosifoni, leggerai qui l’argomento per te più importante di tutta la termotecnica!

Sono ormai un paio di settimane che cerco di obbligarmi a scrivere questo articolo, certo che i tanti che lo leggeranno potranno trarne grandi benefici.

Eppure, anche se so quanto è necessario parlarne, è maledettamente difficile farlo: anche oggi forse è la decima o dodicesima volta che inizio e poi cancello tutto fino all’ultima parola!

Sperando che sia la volta buona, provo ad analizzare i fatti dall’inizio…

L’argomento è probabilmente il più importante di tutta la termotecnica, soprattutto per chi ha un impianto a radiatori.

Nonostante tutto è praticamente sicuro che il tuo idraulico non te ne ha mai parlato.

E’ difficile parlarne in modo “non tecnico” dato che si tratta proprio di cose molto “specialistiche”, quindi, a seconda del tono che scelgo…

O distruggo di noia i non addetti ai lavori OPPURE faccio storcere il muso ai tecnici.

Diciamo che, per la mia e tua sopravvivenza… ho appena deciso di far fare un sacrificio ai tecnici!

QUINDI…

[Da qui in poi non leggere se sei un ingegnere]

Continua a leggere…Se riscaldi casa con i termosifoni, leggerai qui l’argomento per te più importante di tutta la termotecnica!

Perché una stufa a pellet non è la soluzione per risparmiare – Riscaldamento da incubo (puntata 1)

Dirai: cosa c’entra una stufa a pellet col mare!?

Sempre più spesso incontro persone esasperate perché spendono un sacco di soldi per riscaldare casa.

E tante di loro si sono convinte che sostituire la vecchia caldaia con una stufa o una caldaia a pellet sia la soluzione per ogni loro problema.

Altrettanto spesso, assisto a discussioni accese tra chi tifa per uno dei tanti tipi di caldaie e chi ama l’idea del pellet.

In questo articolo voglio uscire dal solito “scontro ideologico”, più adatto a una lotta tra religioni che al sistema per riscaldarsi durante l’inverno!

Non che io sia insensibile al discorso biomassa… ma bisogna fare un paio di distinzioni importanti.

Continua a leggere…Perché una stufa a pellet non è la soluzione per risparmiare – Riscaldamento da incubo (puntata 1)

Riscaldamento autonomo o centralizzato? Una dura battaglia tra distacco e termoregolazione!

Vecchia caldaia a gasolioSempre più spesso sento tra le necessità urgenti di chi abita in condominio, la volontà di rendersi autonomi per quel che riguarda il riscaldamento.

E sinceramente non mi viene da dargli torto…

Tutti noi conosciamo, direttamente o attraverso l’esperienza del Cugggino di turno, che dipendere da un sistema di riscaldamento centralizzato solitamente crea questi problemi:

Continua a leggere…Riscaldamento autonomo o centralizzato? Una dura battaglia tra distacco e termoregolazione!

Distacco dal riscaldamento centralizzato: ecco come funziona

Il distacco dal riscaldamento centralizzato condominiale è da sempre una delle ragioni per cui sorgono liti condominiali.

Prima dell’entrata in vigore della “riforma del condominio” non era possibile distaccarsi dal riscaldamento centralizzato, se non con l’autorizzazione dell’assemblea dei condomini.

Dal 18 giugno 2013 (data in cui è entrata in vigore la legge n. 220/2012),  finalmente il condòmino può scegliere autonomamente e senza il consenso degli altri condomini, di diventare termo-autonomo.

Colui che decide di staccarsi deve però dimostrare che sussistano le seguenti condizioni:

Continua a leggere…Distacco dal riscaldamento centralizzato: ecco come funziona