fbpx

Il metodo dell’uomo pigro per avere sempre la caldaia in perfetto ordine (e perché ora è il momento ideale per la sua manutenzione)

manutenzione caldaia gas

Mentre scrivo siamo già a metà settembre e nelle prossime settimane il vento e gli acquazzoni ci ricorderanno che anche questa estate è arrivata alla fine.

L’autunno è proprio dietro l’angolo, per cui ora è il momento perfetto per fare la manutenzione alla tua caldaia ed evitare sorprese in inverno.

Infatti, se vuoi che il tuo impianto di riscaldamento funzioni sempre bene, senza andare mai in blocco e consumi il giusto, devi fare in modo che sia sempre in perfetta forma.

In ogni impianto di riscaldamento ci sono manutenzioni che devono necessariamente svolgere i tecnici abilitati, altre operazioni puoi invece svolgerle direttamente tu, in pochi minuti e senza fatica.

Manometro pressione caldaia

Ad esempio, puoi verificare che la pressione dell’acqua del tuo impianto di riscaldamento sia corretta.

Guardando il pannello frontale della tua caldaia vedrai un manometro fatto come quello nella foto qui vicino: controlla che la pressione sia ad almeno 1,2 bar per evitare il blocco della caldaia.

Per capirci: la pressione del manometro della foto è troppo alto, essendo oltre gli 1,5 bar!

Se ti accorgi che la pressione è troppo bassa, puoi ricaricare l’impianto aprendo il rubinettino che trovi sotto la caldaia. Appena raggiunta la pressione giusta, chiudilo e hai fatto!

Se alla riaccensione dopo il periodo estivo noti che il termosifone non si riscalda in modo omogeneopuoi procedere a sfiatarlo, ossia a eliminare l’aria presente all’interno.

Con l’impianto acceso, in modo che la pompa di circolazione crei la giusta pressione, apri gradualmente la valvolina che vedi sul lato opposto alla valvola che regola l’ingresso dell’acqua.

sfiatare radiatore non scaldaSono operazioni che vedo fare buttando via tantissima acqua, per cui poi sei costretto a ricaricare il circuito di riscaldamento dalla caldaia.

In realtà il modo corretto è quello che ci mostra l’Ing. Russo nel video che trovi qui su Youtube.

Se poi ti accorgi che i tuoi termosifoni sono di un vecchio modello senza la valvola di sfiato dell’aria, puoi farle installare dal tuo termo-idraulico di fiducia con poche decine di euro.

Ci sono poi le manutenzioni che non puoi svolgere direttamente tu, ma devi affidarle a dei manutentori abilitati, come ti ho raccontato nell’articolo che trovi al link https://iltuoamicoimpiantista.com/tre-modi-per-mettere-in-pericolo-te-e-la-tua-famiglia-risparmiando-sulla-manutenzione-alla-caldaia/.

Un servizio di assistenza che segue con cura e scrupolo il tuo impianto, svolgendo gli interventi di manutenzione e controllo, ti garantisce una serie di vantaggi:

  • Affronterai la stagione invernale senza sorprese, con una caldaia più affidabile: eviterai blocchi, che significano stare senza riscaldamento per qualche ora, se tutto va bene, o per alcuni giorni nel caso di guasti più importanti.
  • I controlli fatti per tempo “scovano” i problemi prima che diventino la tua casa gelida durante i giorni più freddi dell’inverno.
  • Il tuo impianto di riscaldamento funzionerà in modo più efficiente: una caldaia e un impianto regolati e messi a punto da un esperto, ti daranno il comfort ideale a casa tua col minimo consumo di combustibile.

Manutenzione caldaia a gas

Per avere un impianto sempre perfetto, ci sono puoi alcune attività fondamentali e che solitamente i manutentori non fanno.

Infatti pochissimi tecnici si occupano di trattare l’acqua dell’impianto, in modo da evitare danni alle varie componenti dell’impianto, a causa della corrosione e dei depositi di calcare.

La corrosione può portare in breve tempo a danni irreparabili sulle componenti, che a volte ho visto proprio “bucate” dalla ruggine.

Il calcare invece riduce l’efficienza dell’impianto, gradualmente blocca i pezzi che invece dovrebbero muoversi, come le valvole a tre vie, oppure il circolatore.

Un altro grosso problema delle incrostazioni è riducono l’efficienza del sistema, facendo aumentare a dismisura i consumi: tieni presente che 1 solo millimetro di calcare sullo scambiatore della tua caldaia, aumenterà i consumi di oltre il 18%.

corrosione ruggine tubi trattamento acquaSappi che questo 18%, per la famiglia media, vale circa 400 euro all’anno… Immagina cosa può succedere dopo alcuni anni!

Alcuni manutentori affrontano il problema usando dei prodotti disincrostanti durante la manutenzione, ma questa non è certo una soluzione definitiva.

Il modo corretto è invece fare in modo che l’impianto sia protetto non una volta all’anno oppure ogni due anni, ma ogni giorno.

Questo lo puoi ottenere facendoti installare, una volte per tutte, alcuni semplici dispositivi per il trattamento delle acque:

  • Un FILTRO DI SICUREZZA, per eliminare dall’acqua anche la sabbia e gli altri corpi estranei che potrebbero entrare nell’impianto dall’acquedotto quando apri il rubinettino per ricaricarlo, come ti ho spiegato all’inizio.
  • Un DEFANGATORE, per eliminare dall’acqua calda scaglie, trucioli di ferro e fanghi.
  • Un DOSATORE del prodotto protettivo antincrostante e anticorrosivo, in modo che ci sia la certezza che il prodotto sia sempre dosato nella percentuale corretta, e siamo sicuri che la protezione sia duratura.

In questo modo, con un costo assolutamente ragionevole, sarai sempre sicuro di avere caldaia, radiatori e l’intero impianto protetti dalle corrosioni e dalle incrostazioni.

Poi, sempre per dirci le cose in faccia, non ti nascondo che fare la manutenzione adesso (e non quando avrai un guasto) ti farà risparmiare dei soldi: potendo programmare il tuo intervento per tempo e senza ansie, il manutentore ti farà spendere cifre molto più basse rispetto agli interventi fatti con urgenza, magari di notte o nel fine settimana.

Ricorda: un tecnico che verifica frequentemente il tuo impianto può intervenire sui malfunzionamenti prima che diventino blocchi o, peggio, guasti!

Quando sceglierai il manutentore, ti suggerisco di rivolgerti al Centro Assistenza autorizzato che segue la marca della tua caldaia.

Il costo della manutenzione per una classica caldaia domestica dovrebbe variare tra gli 80 e 120 euro annuali.

Ti raccomando di stipulare un contratto di manutenzione programmata: in questo modo avrai sempre il tuo impianto perfettamente efficiente e una ditta specializzata immediatamente disponibile nel caso di guasti improvvisi.

Per concludere è meglio dirti come puoi semplificare il lavoro dell’impiantista che ti farà le manutenzioni:

  • manutenzione caldaia a gasTieni a portata di mano tutte le informazioni e i documenti della tua caldaia: se non hai di più, dovresti sapere almeno anno di installazione, marca, modello e manuale di uso e manutenzione.
  • Il tecnico potrebbe chiederti di vedere, oltre alla caldaia, i collettori dell’impianto di riscaldamento, oppure i termostati: accertati di sapere dove sono, in modo da poterglieli mostrare rapidamente.
  • Prendi nota dei problemi che hai avuto con la caldaia l’anno scorso o in passato: se all’inizio dell’intervento di manutenzione li comunichi al tuo impiantista, gli darai importanti indicazioni per “scovare” i problemi!

Spero che quanto ti ho “raccontato” finora sia servito per chiarirti i vari aspetti della manutenzione delle caldaie, anche se so che non si tratta di una materia semplice.

Ovviamente, ho dovuto eliminare parecchi dettagli per evitarti maggiore confusione: credimi, c’è veramente tanto da sapere!

Voglio salutarti con qualche indicazione pratica sulle cose da fare subito:

  • Prendi con la massima serietà la manutenzione della tua caldaia e appoggiati a professionisti seri per evitare malfunzionamenti e blocchi.
  • Muoviti subito per una manutenzione preventiva, senza aspettare un guasto, in modo da spendere il giusto.
  • Chiedi al tuo manutentore di occuparsi di tutti gli aspetti burocratici per evitare problemi e sanzioni.

Se sai già a chi rivolgerti per la manutenzione della caldaia, usa quanto ti ho “raccontato” finora per controllare che il tuo manutentore faccia tutto quello che è necessario.

C’è invece chi preferisce il “metodo dell’uomo pigro per avere sempre la caldaia in perfetto ordine”, al quale ho accennato nel titolo, per cui è arrivato il momento di svelartelo.

P.S. Ricordati che devi aspettarti enormi problemi se ti rivolgi alla persona sbagliata, che non può dimostrare coi fatti, con i suoi risultati, le cose che dice.

A me piace, invece, dimostrare quello che dico coi fatti e con le parole dei miei clienti, che ci mettono la faccia per raccontarti come è cambiata la loro vita con il loro nuovo impianto di riscaldamento, come va con i nostri tecnici e con le nostre manutenzioni.

Li puoi leggere e vedere alla pagina DICONO DI NOI del blog!

P.P.S. Sei curioso di scoprire se il mio sistema CALOR 360™ è adatto per risolvere definitivamente i tuoi problemi con l’impianto di riscaldamento?

Pensi che io possa essere la persona giusta a consigliarti in una decisione così importante?
Allora la cosa migliore che puoi fare è agire subito!

Leggi con attenzione quello che ho scritto per te al link:
http://calor360.com/contatti/
e compila il modulo che trovi in fondo alla pagina.

Marcello_Marco_Roby_Rid

Grazie e… Attendo di leggerti!

Marcello Contu
Il Tuo Amico Impiantista™
Creatore di Calor360™ – L’impianto di Riscaldamento garantito 20 ANNI

3 commenti su “Il metodo dell’uomo pigro per avere sempre la caldaia in perfetto ordine (e perché ora è il momento ideale per la sua manutenzione)”

  1. Possiedo impianto solare termico Rotex di cui sono felicissimo!!! Devo tuttavia eseguire la manutenzione periodica (alcune piccole perdite sui panelli e pulizia caldaia). Puoi aiutarmi? Sono ad Abbasanta. GRAZIE

  2. Ciao Daniele,
    puoi tranquillamente mandarmi sulla mia email personale (che trovi alla fine dell’articolo) un paio di dati che mi serve avere:
    – foto della targhetta della caldaia e, se riesci, della caldaia nel suo insieme
    – una scansione del libretto della caldaia, con anche la pagina delle ultime manutenzioni che hai fatto fare
    – da quando non vengono svolte manutenzioni alla caldaia?
    – attualmente la caldaia ti sta creando qualche problema?

    Appena riesce a mandarmi le informazioni chieste, ti contatterò telefonicamente per prendere accordi.

    Grazie e a presto,
    Marcello

  3. salve , ho una casa a 2 piani tot metri 160 metri cubi 530 ho una caldaia a gas di 15 anni , che pero non la faccio andare sempre 2ore alla mattina 2 ore a mazzogiorno e 5 ore alla sera , mi sembra poco che mettendo una caldaia a conensazione 4 stelle e le valvole termostatiche ai termo spendo 6-7 euro al giono quando adesso sono sui 2700 euro, grazie

Scrivici cosa pensi di questo articolo!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: