fbpx

Sulla pagina Comfort Radiante di Eurotherm un nostro pavimento radiante

Ciao,
sono molto felice perché sulla pagina Facebook “Comfort Radiante” della Eurotherm oggi si parla dell’installazione di un sistema a pavimento radiante che abbiamo installato circa un anno e mezzo fa a casa di Giuseppe e Silvia.

pavimento radiante

Quando ho incontrato Giuseppe e Silvia per la prima volta, erano i primi giorni del 2013 e questa giovane coppia stava costruendo una nuova casa in mezzo al verde.

Il paesaggio di Cheremule era magnifico e la villa, anche se ancora al rustico, prometteva di non essere da meno.

All’epoca abitavano ancora in una casa con un tradizionale sistema di riscaldamento con caldaia a gasolio e radiatori; impianto che, pur utilizzato per non più di 5 ore al giorno, dava consumi molto elevati (dell’ordine di 2.400 euro all’anno) lasciando la casa freddissima.

Erano tempi da plaid sulle gambe se volevano stare a guardare la tv sul divano, e da comfort vicino allo zero per se e per l’allora unico figlio.

I clienti erano ben informati (potenza di internet?) e convintissimi che la soluzione ottimale per climatizzare la loro casa fosse un SISTEMA A PAVIMENTO RADIANTE, col quale riscaldarla in inverno e raffrescarla in estate.

Giuseppe mi volle raccontare il perché di questa scelta, voluta con così tanta determinazione (puoi vedere il video integrale QUI).

“Per prima cosa, quando abbiamo deciso di costruire la nuova casa, con Silvia ci siamo detti: possiamo rinunciare a qualcos’altro ma non al comfort interno, anche perché ci piace vivere bene la nostra casa…

Con questa idea salda nella mente prima ci siamo fatti una cultura su internet, guardando le varie forme di riscaldamento, però naturalmente, non essendo dei tecnici, ti fai un’idea ma devi essere supportato da un tecnico preparato per capire i dettagli.

Quindi abbiamo visto le case degli amici che hanno costruito prima di noi e che si sono fatti installare un impianto a pavimento radiante: ci ha subito impressionati sentire all’interno della casa il calore omogeneo, per cui ci siamo un po’ innamorati di questa forma di riscaldamento.”

Non avevano un’idea precisa su come alimentare il pavimento radiante, ma sapevano già cosa escludere: innanzitutto una caldaia a gasolio, che per loro era già stata responsabile di tanta mancanza di comfort e di consumi insostenibili.

Non volevano nemmeno una caldaia a biomassa, poiché avevano visto quella di un amico, la quale bruciava nocciolino, legna e pellet e si erano spaventati per gli aspetti “organizzativi”: una volta acquistato il combustibile (legna, nocciolino o pellet), devi accatastarlo in uno spazio adatto, lo devi portare dentro casa, lo devi caricare manualmente e fare lunghe e noiose operazioni di pulizia quotidiana.

La mia proposta fu naturalmente quella di una pompa di calore aria-acqua, da utilizzare sia per il riscaldamento invernale che per il raffrescamento estivo, a maggior ragione sentita la loro volontà di installare sul tetto un impianto fotovoltaico.

Come sempre trovai una diffidenza iniziale, con Giuseppe che ora ricorda: “all’inizio ero un po’ scettico perché avevo in mente le pompe di calore che si vedono attaccate al muro e mi chiedevo: riuscirà a riscaldare o no? Poi ho capito che era sicuramente la forma migliore per riscaldare casa!”

Quando si è instaurato un rapporto di fiducia e stima reciproca è stato facile guidare Silvia e Giuseppe nel percorso che gli ha fatto ottenere il loro Clima Ideale.

Abbiamo installato l’impianto a pavimento radiante su due piani della loro casa, per circa 205 mq complessivi, un sistema solare-termico per la produzione di acqua calda (completamente gratuita per almeno 8 mesi all’anno) e una pompa di calore aria-acqua, che interviene anche per “aiutare” l’impianto solare-termico nella produzione di acqua calda durante i mesi più freddi.

La gestione dell’impianto è semplicissima, perché è affidata al sistema Smartcomfort di Eurotherm, con display touch-screen dal quale è possibile stabilire la temperatura per ogni stanza, per ogni giorno della settimana, per ogni mezz’ora.

Il primo inverno Giuseppe e Silvia, avendo due bambini, di cui Carla di pochi mesi, hanno tenuto l’impianto acceso 24 ore su 24 e con temperature interne molto alte, ossia attorno ai 23 – 24 °C.

Questo comportava, ad esempio, scoprirsi durante la notte per il troppo caldo, anche quando fuori gelava, eppure i consumi elettrici saranno inferiori ai 2.000 euro all’anno (NOTA: quelli totali per tutta la casa, non solo per la climatizzazione).

Il confronto con la vecchia casa, certamente più piccola, è proprio inclemente: i consumi erano dell’ordine dei 3.600 euro all’anno, considerando sia il gasolio che l’energia elettrica, con maggiori costi per almeno 1.600 euro rispetto a questa casa.

L’impianto sta funzionando attualmente in riscaldamento, ma abbiamo già realizzato le predisposizioni per il sistema di trattamento aria, che gli consentirà in futuro di utilizzare il radiante per il raffrescamento estivo.

Giuseppe ci ha salutato così:

“La prima volta che è entrato in casa mio compare (il suo testimone di nozze, N.d.R.) è rimasto fermo, si guardava intorno dicendo “sto bene ma non riesco a capire perché, non riesco a vedere la fonte di calore”.

Si spostava da una parte all’altra della casa e sentiva sempre la stessa temperatura, cosa che con il vecchio radiatore attaccato al muro non si può ottenere: ti da molto caldo lì vicino, ma non dall’altra parte della stanza.

Sicuramente è un impianto che consiglio a tutti quelli che mi chiedono, perché è una delle spese migliori che io abbia fatto per la casa

E’ una spesa che rifarei e rifarei ancora perché il comfort che abbiamo è impagabile: alzarsi la mattina dal letto, togliersi il pigiama e andare in bagno senza soffrire il freddo per me è una cosa eccezionale!”

P.S. Ricordati che devi aspettarti enormi problemi se ti rivolgi alla persona sbagliata, che non può dimostrare coi fatti, con i suoi risultati, le cose che dice.

A me piace, invece, dimostrare quello che dico coi fatti e con le parole dei miei clienti, che ci mettono la faccia per raccontarti come è cambiata la loro vita con il loro nuovo impianto di riscaldamento, come va con i nostri tecnici e con le nostre manutenzioni.

Li puoi leggere e vedere alla pagina DICONO DI NOI del blog!

P.P.S. Sei curioso di scoprire se il mio sistema CALOR 360™ è adatto per risolvere definitivamente i tuoi problemi con l’impianto di riscaldamento?

Pensi che io possa essere la persona giusta a consigliarti in una decisione così importante?
Allora la cosa migliore che puoi fare è agire subito!

Leggi con attenzione quello che ho scritto per te al link:
http://calor360.com/contatti/
e compila il modulo che trovi in fondo alla pagina.

Marcello_Marco_Roby_Rid

Grazie e… Attendo di leggerti!

Marcello Contu
Il Tuo Amico Impiantista™
Creatore di Calor360™ – L’impianto di Riscaldamento garantito 20 ANNI

Scrivici cosa pensi di questo articolo!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: